Rischi operativi, safety compliance e assicurabilità


Responsabile scientifico: Prof. Oreste M. Calliano

Il panel intende studiare i rapporti fra rischi operativi delle imprese,safety compliance risk-management e assicurabilità. Sono richiesti contributi ai docenti, ricercatori e studiosi dei settori di diritto privato, privato comparato, diritto dei consumi ,delle assicurazioni,  nonché a tutti coloro che desiderino contribuire all’analisi, anche comparatistica, delle tematiche , ancora largamente problematiche.

Dopo un primo periodo di scarsa applicazione dei principi e delle regole derivanti dal dlgs. 231, dopo le vicende von Thyssen ( responsabilità  per mancata sicurezza), Amianto  ( responsabilità per rischi tecnologici), ILVA ( responsabilità per rischi ambientali), Concordia ( rischi navali e turistici)  il tema è esploso ed ha fatto emergere il ritardo di numerose imprese, in particolare PMI e imprese pubbliche o di servizi universali,  relativamente al tema della valutazione preventiva dei rischi, della loro gestione e delle azioni da intraprendere in caso di eventi catastrofici o di rischio di immagine ( campagne di richiamo di prodotti insicuri, campagne di marketing per sostenere l’immagine dell’impresa). Ne è esempio il recente caso di rischi indiretti e  reputazionali del settore automotive  in USA e in Europa.

Nonostante l’importanza crescente di questa materia, la disciplina della responsabilità degli enti per  mancata attuazione delle regolamentazioni legali rappresenta un campo ancora aperto al dibattito  con particolare riferimento ad alcune questioni fondamentali, che possono rappresentare altrettante aree tematiche per futuri papers:

a) Rischi correlati alle nuove tecnologie.

  • Rischi  telematici: rischi di  blocco produttivo da black out, rischi alla privacy
  • Rischi da biotecnologie quali gli OGM, i nuovi farmaci
  • Rischi da tecniche di cura innovative medicina e chirurgia a distanza
  • Rischi da uso dei robots, dei droni anche a fini civili,  delle nanotecnologie

b) Rischi ambientali,inquinamento e mancata applicazione di regole cogenti

c) Rischi professionali. Sanitari, medicali,

d) Rischi reputazionali: definizione,  estensione, assicurabilità, limiti

e) Strumenti di valutazione dei rischi: tradizionali: quantitativi e qualitativi

f) Ruolo dei soggetti coinvolti nel risk management: risk manager interni e esterni , consulenti, broker, agenti assicurativi, imprese di assicurazione,

Il Convegno interdisciplinare sarà preceduto da alcuni seminari nel quadro del Corso di Diritto delle assicurazioni del Dipartimento di Management dell’Università di Torino ( ottobre-dicembre 2015 ) con la presenza di testimoni aziendali, assicuratori, studiosi e giuristi d’impresa per evidenziare i collegamenti tra gli aspetti tecnici,economico-aziendali e giuridici dell’ industrial risk management.

Opportunità di pubblicazione